Animare la preistoria

    Titolo UdA: Animare la preistoria
    Grado di scuola : scuola primaria
    Istituto : Istituto comprensivo Baccio da Montelupo
    Autrice : Genny Fabbri


    IN SINTESI

    La tecnica stop motion è una tecnica di animazione, utilizzata per la creazione di cartoni animati e film. La tecnica prevede di catturare un fotogramma alla volta attraverso una macchina fotografica o una webcam. Le immagini, montate alla velocità di 24 fotogrammi al secondo, danno l’impressione del movimento. Affinché il filmato risulti fluido, occorrono molte pose ravvicinate, quindi è richiesto un estremo controllo dei movimenti.

    L’attività mirava a rendere visibili e più concrete alcune conoscenze storiche che si acquisiscono in classe  terza e far comprendere ai bambini che tali conoscenze possono essere interpretate anche a livello artistico.


    PERCORSO DIDATTICO

    L’attività è stata proposta agli alunni di una classe terza e ha coinvolto tutte le docenti del team classe, in quanto il tema proposto e il suo sviluppo coinvolgevano  più discipline contemporaneamente.

    Fase 1: ai bambini è stato anticipato che nel corso dell’anno avremmo realizzato dei brevi cartoni animati, con la tecnica del ‘passo uno’ e che tale tecnica si basa sul fenomeno della persistenza retinica. A dimostrazione di tale fenomeno è stato costruito un taumatropio. Sono stati poi visti filmati realizzati con questa tecnica: Mio Miao e alcune animazioni con la carta.

    Fase 2: durante le ore di storia, si è proceduto con lo studio individuale e la discussione collettiva sulle prime tappe della preistoria.

    Fase 3: il percorso ha proseguito con la progettazione di brevi storyboard in cui i bambini, a piccolo gruppo, si sono confrontati con la necessità di narrare un contenuto suddividendolo in sequenze dettagliate, ma anche di immaginare la scena fotografica (ripresa dall’alto, frontale, ecc).

    Fase 4: collettivamente, abbiamo ricercato in internet immagini da utilizzare come modelli per riprodurre i pianeti del sistema solare e le prime forme di vita nate nell’acqua.

    Fase 5: è stato poi il momento di costruire il materiale per le riprese. Con la plastilina sono stati riprodotti gli oggetti da fotografare.

    Fase 6: una volta organizzato in classe l’angolo per le riprese, i bambini a coppia hanno iniziato le riprese; a turno, uno si occupava di muovere gli oggetti e l’altro controllava il movimento dal computer e scattava le fotografie.

    Fase 7: acquisito tutto il materiale, abbiamo proceduto con la messa a punto del video finale, inserendo titoli e musiche. Ne  è conseguita una naturale digressione sui diritti d’autore.


     

    VEDI IL QUADRO SINOTTICO

    Fai click sull'immagine per visualizzarlo

     


     

    Il format riassuntivo

    Competenze DigComp 2.1

    MATERIALI DIDATTICI

    GLI STRUMENTI

    • Materiali: cartoncini, disegni, bastoncino di legno, colla, plastilina di vari colori. modello di storyboard, colori a matita.
    • Apparecchiature fotografiche: Illuminazione, macchina fotografica reflex.
    • Apparecchiature informatiche: PC, LIM,
    • Risorse online: Youtube, Google, banche musicali royalty free,
    • Software: Dragonframe, software OpenShot

    Vai alla sezione 'Strumenti

    © 2022 Curricoli Digitali. Scuola Capofila del progetto - IC Govone (CN) - Piazza Roma, 1 - 12040 - Govone (CN) - cnic82300g@istruzione.it